Pubblicato il

Evolution Sports Academy – Shooting Coach Patrick Jhonsen


Evolution Sports - due parole con Patrick Johnsen

Ciao Patrick e benvenuto, presentati brevemente

Ciao sono Patrick, mi definisco uno Shooting Coach e sono l’ideatore e l’anima di Evolution Sports Academy. Dal 2013 vivo a Como ed ho allenato squadre giovanili della provincia lombarda, facendo anche l’insegnante di inglese in scuole pubbliche e private. Ho proposto negli anni progetti di CLIL di pallacanestro in inglese. Non sono nato in Italia, infatti vengo dallo stato dell’Indiana e sono stato anche io giocatore di basket; ho ricevuto nella mia carriera la nomina di McDonalds All-American e sono andato due volte in finale per il mio stato.

Sono nipote di William J. Milliner, uno dei più rispettati coach di
pallacanestro nella storia della pallacanestro dell’Indiana e membro dell Elkhart Indiana Basketball Hall of Fame. 

 

Da quanto tempo sei in Italia ? Perché hai deciso Como come tua metà ?

Vivo in Italia da 7 anni. Non ho scelto esattamente Como, in realtà è la città stessa che mi ha scelto in un certo senso. Ho incontrato mia moglie in Florida 10 anni fa e il resto è storia. Mi sento fortunato ad essere finito qui in questo bellissimo paese e in grado di seguire la mia passione e aiutare altri atleti a seguire la loro.

 

Parlaci del progetto che hai intrapreso

Ho incominciato l’avventura di Evolution Sports con il sogno di creare una realtà che si affiancasse alle società sportive nel trasmettere ai giovani atleti il valore dello sport nel suo significato più ampio, di insegnamento di vita, di crescita personale ed individuale. 

In questa situazione particolare che stiamo vivendo, ritengo ci sia un’opportunità unica di accelerare questo processo. 

Evolution Sports Academy è un progetto unico al 100% dedicato ad aiutare i singoli atleti e supportare le società sportive tradizionali.

Abbiamo tre obiettivi principali:

Il primo obiettivo di Evolution Sports Academy è quello di offrire a ogni atleta/studente indipendentemente dall’età, dal sesso o dallo status economico l’opportunità di conoscere lo sport e la vita da professionisti appassionati e altamente qualificati.

La nostra seconda missione è promuovere sport innovativi e interattivi e progetti in inglese all’interno delle scuole.

La terza missione di Evolution Sports è quella di offrire agli atleti l’accesso alle più recenti tecnologie sportive e tecniche di allenamento.

 

 

In che cosa si differenzia rispetto ad altri programmi di allenamento ?

Qualunque cosa! 

A partire dal modo in cui abbiamo fondato la nostra Accademia: non siamo affiliati con la FIP e non abbiamo intenzione di entrare in squadre nei tradizionali campionati. Il centro del nostro progetto è veramente il giocatore e la sua famiglia. 

Credo che questa sia la differenza più importante. 

Ci consente di lavorare con giocatori di tutte le squadre e di creare una zona neutrale in cui i giocatori possono dedicarsi al miglioramento incontrandosi e competendo con altri con gli stessi obiettivi.Questo concetto ci consente di differenziare in numerosi altri modi :offriamo tempo dedicato allo sviluppo del singolo giocatore, formazione specifica per posizione – siamo un ambiente di insegnamento bilingue ed investiamo quotidianamente nel nostro personale e nelle nuove tecnologie. 

Stiamo creando un ponte tra America e Italia con l’obiettivo di aiutare i giocatori italiani interessati a giocare al College in America. E ovviamente c’è la principale differenza tra il modo in cui il basket viene insegnato in America e in Europa. È importante qui capire che non pensiamo che il basket americano sia il migliore … infatti il nostro obiettivo di creare uno staff di professionisti internazionali ci consentirà di sviluppare il giusto mix tra filosofie americane e internazionali. 

 

 

In US sono più avanti rispetto che qui in Italia sotto il profilo dell’allenamento individuale ? Che differenze hai riscontrato ?

Non so da dove cominciare con questa domanda…

Potremmo prima parlare della differenza tra America e Italia da un punto di vista puramente atletico. In America, i giovani praticano più sport durante  l’anno, il che aiuta a sviluppare alcune abilità atletiche che non sono esclusive di uno sport in particolare. 

Negli Stati Uniti, iniziamo a lavorare con i singoli giocatori sin dalla tenera età per sviluppare le capacità tecniche e l’atletica corretta. Non fissiamo l’età quando è il momento giusto per iniziare a lavorare individualmente. 

Cerchiamo determinate condizioni e mentalità atletiche e andiamo da lì. Ovviamente lavoriamo con un bambino di 8 anni in modo diverso rispetto a come lavoreremmo con un bambino di 18 anni. Ma il concetto è lo stesso.Il lavoro individuale riguarda sia lo sviluppo delle abilità che lo sviluppo della mentalità, delle abitudini lavorative e dell’autostima. Non è mai troppo presto per iniziare a imparare queste caratteristiche personali.

Da qui passiamo alla parte didattica vera e propria. La maggior parte dei giocatori italiani che ho visto hanno una grande comprensione del concetto di squadra, ma hanno una capacità limitata di battere individualmente il difensore. Credo che ci sia un malinteso su questa capacità. In America il motivo alla base del battere il tuo difensore è spesso egoistico, ma il nostro obiettivo è aiutare i giocatori a capire che essere in grado di battere il difensore o eccellere individualmente significa migliorare la tua squadra.

 

 

In che modo la macchina spara palloni ti può dare una mano nel tuo allenamento ?

La macchina Shootyes è una tecnologia indispensabile per qualsiasi club, non solo per Evolution Sports Academy. 

Dalla sua capacità di fornire ai singoli giocatori le ripetizioni e il condizionamento, ma è anche incredibilmente utile per lavorare in una squadra. Utilizzando impostazioni ed esercitazioni diverse puoi lavorare sui tempi di passaggio e sui movimenti del giocatore all’interno di uno schema offensivo.

Come Shooting Coach non ha prezzo poter dedicare il mio tempo a guardare e osservare il giocatore invece di inseguire rimbalzi e passare la palla. Non c’è un vero segreto per diventare un grande tiratore …. si tratta di meccanica corretta e ripetizione, ripetizione, ripetizione.

 

Shooting Coach

 

Visto che hai avuto anche la possibilità di provare anche altre macchina spara palloni dal marchio più storico, perché la scelta è ricaduta su ShootYes ?

Ci sono alcune opzioni valide sul mercato. Ma crediamo nel supportare giocatori e club locali / italiani. 

Se questo è il nostro obiettivo, dobbiamo iniziare con le nostre scelte su fornitori e collaborazioni. Anche il servizio è stato una parte importante della nostra scelta. Una delle prime e più famose alternative è prodotta vicino a casa mia in Indiana. Ho usato questo marchio da quando avevo 15 anni. Li ho anche contattati per l’importazione della loro macchina, ma la mia più grande preoccupazione era cosa succede quando qualcosa va storto. Perché qualcosa andrà storto, se si utilizza la macchina tanto quanto ci aspettiamo di usarla, ci saranno problemi. 

In effetti proprio l’altro giorno abbiamo avuto un problema con la Shootyes e il giorno dopo le persone del team di supporto erano fuori per diagnosticare il problema e riportare i nostri giocatori in campo.

 

 

In bocca al lupo Shooting Coach con il tuo nuovo progetto!.

Grazie, io ci credo molto!

 

Shooting Coach Patrick Johnsen

 

Per maggiori info: https://www.facebook.com/evolutionsportsitalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *