Pubblicato il

L’importanza del telecomando per la sparapalloni piuttosto che un’applicazione

Cerchiamo ora di spiegare le nostre scelte visto che in molti ci avete chiesto come mai avessimo deciso di costruire un telecomando fisico invece di eventuale nostra applicazione.

Quando infatti ci siamo trovati a dover soddisfare l’esigenza latente dei nostri clienti, ovvero quello di modificare il setting della macchina SENZA andare sulla macchina direttamente a digitare il cambiamento ( aumentando di gran lunga l’efficienza dell’allenamento), ci siamo trovati davanti a 2 soluzioni:

  1. studiare un telecomando fisico
  2. sviluppare un’applicazione che interagisca con la macchina

Abbiamo messo nero su bianco i pro ed i contro di entrambe le soluzioni e la scelta è propensa per il telecomando per i seguenti punti:

  • indipendenza della batteria (funziona con con 2 pile AAA) – senza essere in ansia perchè si è già andati sotto la soglia di emergenza del cellulare e non ho da ricaricarlo
  • nessuna interferenza con wifi o bluetooth – funziona a raggi infrarossi come il telecomando della tv quindi nessun problema di accoppiamento o di perdita del segnale con il cellulare
  • maggiore facilità d’uso in condizione di sudore – sono tasti fisici da schiacciare e non uno schermo touch che quando sei sudato non prende i comandi
  • minore preoccupazione di danneggiamento – anche se lo tengo in tasca mentre mi alleno non posso fare molti danni perché non ha uno schermo ed il suo valore non è elevato 
  • device indipendente – puoi tenere il cellulare in borsa e non preoccuparti
  • minore distrazione – mi concentro a tirare e non vengo distratto dalle ultime notifiche in schermata di sblocco
  • possibilità di essere gestito da terzi senza patemi d’animo- non c’è il problema di sbloccare il cellulare ( quindi consegnare la password) affinché un terzo possa gestire il settaggio della macchina, basta passargli il telecomando
  • sostituibile – in qualsiasi momento in causa di danneggiamento dovuto ad uno schiacciamento involontario, perdita, o altri danni è possibile richiederne uno nuovo senza grossi aggravi economici

Affrontando questi aspetti non c’è stato il minimo dubbio di studiare un telecomando invece che sviluppare un’applicazione.

L’unico problema che l’applicazione poteva dare in più è il conteggio dei canestri segnati.

Per questo abbiamo deciso quindi di stringere una collaborazione con HomeCourt , applicazione nata per questo specifico scopo dalla mente di Steve Nash ( ed i soldi di Mark Cubam – tanti soldi). Per ora funziona solo con dispositivi iOS ma il risultato è strabiliante.

Quindi per rispondere ai molti che ci hanno domandato “come mai non avete un’applicazione vostra” ?

Perché non ne abbiamo bisogno e con il telecomando crediamo di aver aggiunto dei benefici molto maggiori che tramite un’applicazione non potevano essere fatti.

Riassumiamo brevemente le caratteristiche del telecomando. Attraverso il telecomando infatti imposti facilmente:

  1. la potenza del passaggio – ovvero quanto distante farti arrivare il passaggio 
  2. la frequenza di passaggio – cioè l’intervallo tra un passaggio e l’altro
  3. la direzione del passaggio nelle 7 posizione prefissate ( angolo – ala – guardia – centro – guardia – ala – angolo)
  4. se impostare o meno un programma di tiro e dopo quanti passaggi far girare la macchina automaticamente alla prossima posizione
  5. stoppare o far riprendere la sessione di tiro
Per maggiori info sul telecomando, qui la pagina dedicata
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *